OM: la matrice di tutti i suoni

IMG_20180831_131231.jpg

Uno dei simboli orientali più abusati dal mondo occidentale, che troviamo tatuato sulla pelle, stampato su t-shirt e cucito su zaini e borse è l’Oṃ ॐ, detto anche Aum, nella filosofia indiana significa “l’Assoluto”. Questa parola indiana sacra, appare le prime volte nelle Upaniṣad vediche. Chiunque abbia preso parte anche solo ad una lezione di yoga, sa che al termine i maestri e gli allievi più pratici, cantano insieme questa sillaba. Molto probabilmente, se vi è capitato, vi sarete messi anche in disparte senza prendere parte al canto, un po’ per vergogna, un po’ per scetticismo. Mi spiace dirvelo ma vi siete persi l’opportunità di vivere un’esperienza fantastica sia sul piano spirituale che corporeo.

Il simbolo viene diviso in 4 lettere, o per meglio dire 4 tempi. La A che rappresenta lo stato di risveglio, la U lo stato di sogno, la M lo stato di sonno profondo e infine c’è il quarto stadio rappresentato dal silenzio, ovvero la pausa tra un OM e l’altro, chiamato Turiya, ovvero lo stato di beatitudine.

La sillaba sacra, viene utilizzata come mantra. Per capire cos’è un mantra basta analizzarne la radice sanscrita, composta da man (mente, intelletto) e tra (da traya, proteggere). Un mantra è una formula sacra che protegge la mente di chi lo recita. Ed infatti l’effetto che si ottiene recitandoli è quello di svuotare la mente dai pensieri. Inoltre un mantra provoca, mentre lo si recita, una certa vibrazione e recitandolo si evoca la vibrazione della divinità stessa, ponendoci in risonanza con essa. In altri termini, possiamo dire che il mantra è la divinità nel suo aspetto vibratorio.

Bene, siete usciti dalla palestra e ora siete a casa vostra al sicuro, dove nessuno, se non i vostri vicini di casa se avete pareti sottili, può sentirvi. Mettetevi comodi e provate insieme a me a cantare l’OM. Non esistono regole ben specifiche. Personalmente credo che farlo dopo aver fatto una lezione di yoga permette di farlo con i muscoli e la mente più rilassata, ma ciò non vuol dire che non possiate farlo in qualsiasi altro momento. Generalmente ci si siede per terra nella posizione del loto, facilitandoci con un cuscino sotto il sedere se stiamo troppo scomodi. Visto che quando si medita o si recitano mantra è importante non farsi distrarre è fondamentale stare il più comodo possibile. Se non siete abituati alla posizione del loto, poggiate la schiena contro una parete o rimanete seduti su un divano o una sedia, l’importante è tenere la schiena eretta.

Immaginate un filo che parte dal centro della vostra testa e vi tira verso l’alto. Questa visualizzazione può aiutarvi a tenere la schiena dritta e non troppo rigida. Le mani possono essere tenuti poggiati sulle ginocchia, vicino all’attaccatura delle cosce o uno sopra l’altro all’altezza dell’ombelico, ma sempre con i palmi rivolti verso l’esterno. Fate un bel respiro e fate uscire l’aria pronunciando una O per circa l’80% dell’espiro e la M per il 20% circa. Senza essere troppo fiscali, diciamo che dovete pronunciare più O che M. Prendete una piccola pausa e poi ricominciate. Fatelo per almeno tre volte, e aumentatelo a piacimento anche fino a 50 volte.

Può capitare che le prime volte potrà girarvi un po’ la testa, non spaventatevi fermatevi e bevete un po’ d’acqua e ricominciate. Recitare l’OM non ha alcun effetto negativo sul vostro corpo anzi. Dopo averlo recitato sentirete il vostro corpo vibrare e godere di una sensazione di benessere. È stato scientificamente provato che recitare l’OM, aiuta a diminuire lo stress, potenzia le funzioni mentali, migliora quelle polmonari, diminuisce gli stati che provocano la depressione, aiuta a disintossicare il corpo, migliora la pressione sanguigna e l’apparato digestivo, ci ripulisce dalle negatività, migliora il sonno e molto altro ancora.

 

 

Illustrazione: capuozzomarco@gmail.com

Fonti: qui, qui, e qui.

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...